SalTo2022

Smaltito il raffreddore “beccato” a causa dei ripetuti sbalzi di temperatura, caldo, freddo, correnti e aria condizionata, eccomi a raccontare il mio Salone del Libro di Torino 2022.

Una marea, ma che dico marea, uno tsunami di giovani, famiglie e anche bambini ha invaso i padiglioni sommergendo gli stand degli espositori. Meraviglioso vedere così tante persone dedicare ai libri e alla lettura una giornata che magari dentro un bar, in piscina, al mare o in collina, sarebbe stata senza dubbio più riposante e fresca.

Io, per altre ragioni, ho potuto essere al Salone solo sabato 21 maggio, giorno dell’uscita ufficiale del romanzo FRAMMENTI DI VITA E DI GUERRA. Bello vedere il mio libro in bella mostra accanto a tanti altri in questo prestigioso luogo e condividere con autori diversi le stesse grandi soddisfazioni.

Ma l’emozione più grande e intensa è stato quando la delegazione della Scuola Allievi Carabinieri della Cernaia è arrivata allo stand di Edizioni ASTRAGALO. Un attestato di onore e affetto nei riguardi di uno dei protagonisti del libro, il Carabiniere Reale Carlo Bardelli, mio zio.

In quaranta minuti ho presentato ai due ufficiali, i sei allievi e a molte altre persone che si sono fermate per assistere, la storia del libro, dei personaggi, fatto le foto per la stampa e per i ricordi. Il resto sono sensazioni intime e preziose che, mi sia perdonato, tengo strette per me.

Ringrazio Edizioni ASTRAGALO, l’editore, che ha creduto nel mio lavoro pubblicandolo e riservandogli uno spazio e visibilità di prim’ordine.

Ringrazio il Comandante della Scuola Allievi Carabinieri della Cernaia di Torino e i componenti della delegazione per la loro visita. Papà Dante, che mi ha raccontato frammenti di vita del suo amato fratello, zio Carlo e gli altri fratelli sarebbero stati orgogliosi. Sarà per questo che anch’io con loro mi sono sentito in famiglia.

Ma di cosa parla il libro?

E’ una storia fatta da mille altre storie. Tutto inizia il 7 novembre 2007, quando il Nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco Regione Lombardia e Luca Bianchi, pilota di un drone subacqueo, localizzano sul fondale del lago Maggiore il piroscafo MILANO affondato nel 1944 da aerei angloamericani durante la traversata Laveno-Intra.

Luca invita la nonna alla conferenza stampa dedicata dal Comune di Verbania al ritrovamento del relitto. Nonna Adele è una sopravvissuta, lei, con le sue amiche Mina e Vittoria, quel giorno era a bordo del MILANO.

Adele accetta l’invito a due condizioni: prima di recarsi alla conferenza, vuole che Luca la porti a Monvalle, suo paese natale, per portare dei fiori al cimitero e poi a mangiare una pizza. Di fronte alle tombe di Ambrogio e Carlo, Adele inizia a raccontare al nipote la loro amicizia, i giochi d’infanzia, le scuole, la partenza dei due giovani per la guerra e del suo innamoramento, mai confessato, verso Ambrogio, più grande di lei di due anni.

Il racconto prosegue sul traghetto che da Laveno li porta a Verbania. A partire dal 1919 le storie di Michele, Carlo, Ambrogio e tante altre, si intrecciano con gli eventi della Storia fino al compimento del loro destino.

A Verbania, nella sala di palazzo Flaim, il comune ha allestito oltre la conferenza anche una mostra. La vista delle foto e dei documenti esposti, emoziona Adele che rivive la traversata di sessantacinque anni prima, costata la vita a tante persone.

Al termine dei discorsi di presentazione e di come si è giunti alla scoperta del MILANO, prende la parola un testimone oculare dell’affondamento. Nel racconto dell’uomo Adele scoprirà che a quel giorno del 1944 quando amicizie e sogni di vita furono spenti per sempre, un amore è sopravvissuto al tempo e alla morte.

Come/dove acquistare FRAMMENTI DI VITA E DI GUERRA:

A partire dai primi giorni di giugno, il libro verrà distribuito nelle migliori librerie di tutto il territorio nazionale e sarà presente (in alcuni casi lo è già) nei canali di vendita online.

Sarà comunque possibile richiederlo direttamente al sito di Edizioni ASTRAGALO (www.edizioniastragalo.it) o qui nel mio sito (basta andare al negozio), oppure via whatsapp al numero: 347 9705732

Sarò felice di poterlo inviare al vostro indirizzo autografato con dedica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto