Ancora scoperte a Saqqara…

Lunedì 30 maggio 2022 il Ministero del Turismo e delle Antichità Egiziano ha annunciato una straordinaria scoperta nel cimitero di Bubastian nella necropoli di Saqqara.

La scoperta è stata fatta dalla missione egiziana durante i lavori della quarta stagione di scavi iniziati nel 2018. Sono stati portati alla luce: 250 sarcofagi con mummie molto ben conservate, 150 statue di bronzo di varie dimensioni di divinità egizie, tra cui Anubi, Amun Min, Osiride, Iside, Nefertum, Bastet, e Hathor, numerosi vasi di bronzo legati ai rituali della dea Iside. e tanti altri tesori come: ornamenti, uno specchio in bronzo, bracciali, collane, orecchini, cavigliere e strumenti di rame per la vita di tutti i giorni risalenti a ben 2500 anni fa.

I manufatti sono stati esposti in una mostra temporanea nei pressi della piramide a gradoni di Djoser a Saqqara, a 30 km dalla città del Cairo, poi verranno trasferiti in modo permanente al GEM, Grand Egyptian Museum.

Il Segretario Generale del Consiglio Supremo delle Antichità dott. Mustafa Waziri, ha indicato che in uno dei pozzi funerari scoperti è stato trovato un sarcofago contenente un papiro lungo 9 metri con capitoli del Libro dei Morti. L’antico documento ora è nei laboratori di restauro del Museo Egizio di Tahrir per la sterilizzazione, idratazione e studio dei testi.

Sono state rinvenute anche due statue lignee colorate e con il volto dorato, delle dee Iside e Nefti in posizione di lutto.

L’ennesima conferma che sotto le sabbie del deserto egiziano si cela un vero e proprio tesoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto