Home Page
Chi Siamo Dove Siamo Portfolio Novità F.A.Q. E-mail Link Mappa del Sito English Version
Elicotteri
Macchine e Impianti
Plastici
Gadgets






















Scala 1:50

 

Navi in miniatura… che passione!

 

Nave MERCURIO è stato il primo modello navale che ho costruito interamente in plastica.

Niente scafo ordinate e fasciame, ma una stampata in vacuum-form di ABS, mentre le tughe sono scatolati sempre in ABS.

Non è stato facile alloggiare nello scafo tutti i dispositivi e le batterie necessarie per la navigazione  radiocontrollata, perché lo scafo è stretto e lungo e dovevo restare nel peso altrimenti sarei sceso sotto la linea di galleggiamento e sarebbe stato un “brutto vedere”

Seleziona immagine:
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

 

Il modello “MERCURIO” misura:

1250 mm lunghezza f.t.

350 mm da chiglia a testa albero

215 mm larghezza

peso:  6.5 kg. circa.


Come sul “GLADIATOR”  anche sulla “MERCURIO” è presente l’impianto elettrico che con una decina di lampadine illumina gli interni ed esterni delle tughe, della plancia comando e dell’alberetto presente sulla nave.

 

La verniciatura è stata fatta a spruzzo con aerografo utilizzando vernici a base opaca per carrozzeria.  Una volta stese le decals dei distintivi ottici sulle fiancate dello scafo e in coperta, sono state applicate due mani di trasparente opaco catalizzato in modo tale da proteggere maggiormente la verniciatura durante le navigazioni al laghetto.

 

Il modello non è una riproduzione di una nave realmente esistente, ma è solo un “esercizio” che ho voluto fare quando si parlava, qualche anno fa, dell’eventuale futuro militare del  “DESTRIERO”.    Lo ricordate ?              Il tentativo, raggiunto sulla rotta del ritorno,  di conquista del  “NASTRO AZZURRO” (record di velocità sulla traversata atlantica)  organizzato e capitanato da Cesare FIORIO.

 

Ricordo perfettamente, invece, la mia prima traversata,  dopo tutte le prove effettuate nella vasca da bagno di casa, finalmente si sarebbe allontanata da me, l’avrei governata da lontano solo con il joystick della radio…io sulla riva e lei nel mezzo del laghetto…..ero titubante.

 

Ebbene più bravo di me fu mio figlio Luca (allora aveva 11 anni), che con la perizia di un lupo di mare,  condusse la MERCURIO con sicurezza, avanti, indietro, a destra, a sinistra,  per tutto il laghetto.

Le sue evoluzioni gettarono lo scompiglio tra le carpe e i pesci rossi fino a quel giorno indisturbati.

Sino ad esaurimento di tutte le batterie, comprese  quelle di scorta.

 

E con questo  bel ricordo auguro una  buona navigazione a tutti !!