Home Page
Chi Siamo Dove Siamo Portfolio Novità F.A.Q. E-mail Link Mappa del Sito English Version
Navi
Aerei
Elicotteri
Macchine e Impianti
Plastici
Gadgets















SEMOVENTE DA 75/18
SU SCAFI M40/41/42

 

Il successo della formula “Sturmgeschutz” (o cannone d’assalto) ottenuto dai tedeschi abbinando un pezzo da 75 mm. allo scafo del PZ III privato della torretta, e la necessità sempre più impellente di disporre di un carro medio capace di fronteggiare i nuovi corazzati avversari dotati di armamento equivalente a quello dello “Sturmgeschutz”, indussero lo Stato Maggiore del R.E. a studiare nel 1940 un semovente basato sullo chassis dell’M14/40 ed armato in casamatta dall’ottimo obice da 75/18 Mod. 34 opportunamente modificato.

 

Nel gennaio 41, ad opera della Ansaldo Fossati, nacque così un prototipo con affusto a sfera denominato “Semovente da 75/18”. 

Seleziona immagine: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

A seguito dell’esito favorevole delle prove di valutazione, furono progressivamente costruiti oltre 400 esemplari del blindato in questione utilizzando anche scafi di M14/41 ed M15/42 (quest’ultimo con motore a benzina da 190Hp) mano a mano che il processo di sviluppo del carro base (M13/40) rendeva disponibile materiale più performante.

L’attività operativa dei 75/18 iniziò nel gennaio 42 e si protrasse su vari fronti per tutta la durata del conflitto. Il mezzo dette ottima prova e fu unanimemente riconosciuto come il migliore veicolo da combattimento italiano impiegato in Nord Africa; i risultati ottenuti furono anzi così buoni che dall’autunno del 42 si dette priorità alla costruzione dei semoventi rispetto a quella dei carri.

 

 

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Peso  :      13.1 tonn.

Lungh.  :      4.91 m.

Largh.  :       2.28 m.

Alt.  :       1.85 m.

Motore :      145 Hp

Vel. max.  :      32 Km/h

Equip. :      3